INFINITAMENTE AMORE

Infinitamente amore

INFINITAMENTE AMORE  

E’ così che ebbe inizio il mio approccio con la musica, con la pubblicazione di un CD totalmente auto-prodotto.

Correva l’anno 2003 quando decisi di mettere fine a una persecuzione che dal 1966 mi impediva di dedicarmi alla musica. Direte: “In che senso?” Si, è proprio così: Una persecuzione. Umana? Soprannaturale? Entrambe, direi. Già, perché se le forze soprannaturali del male agiscono, lo fanno sfruttando l’essere umano a loro piacimento.

Prima però di giungere a questa conclusione, ho dovuto attraversare molte strade contorte, impervie, in salita, sempre in salita. Mai sosta mi fu concessa, mai una tregua e le difficoltà negli anni si facevano sempre più incontrollabili, difficili da sostenere.

Il mio nemico visibile, dunque era l’uomo, sempre presente, pronto a contrastare ogni mia iniziativa in ogni ambito, sia lavorativo che di carattere sociale. Sentire il disprezzo della gente non è bello, non è piacevole; e non avere neppure il conforto delle persone più vicine, alla fine ti crea un trauma non indifferente. Così fu per me.

Insomma, vivere una vita fatta di soli sacrifici, di rinunce, di pianto, di fallimenti non è igienico e fa male al cuore, colpisce il corpo, intontisce la mente. Per questo mi sono ribellato alla sorte mala, proprio per non cadere nelle sue trappole; Ho lottato come un felino, ho ripreso a volare con ali d’aquila e sono ancora qui, dissecata l’anima, ma vivo.

Quello che ho fatto però nessuno lo ha capito, perché l’intuito non è un privilegio d’uomini; Non è neppure pensato, a meno ché qualcuno, magari eletto, non l’abbia in dono. Solo così si può comprendere e maturare il sentimento della compassione. Un solo essere umano così dotato, io non l’ho incontrato e la sofferenza l’ho portata a spalle, da solo.

Nella mia solitudine ho fatto di tutto, come al solito, mettendoci ferrea volontà, caparbietà, possanza, consapevole che il mio nemico ha forza sovrumana.Sono sopravvissuto ed eccomi qui, solo, ma attivo, solo, ma forte, solo e povero, ma anelante al bene.

Ho cercato amici… non ne ho trovato. Ho cercato compagni di giochi… neppure uno, né compagni di lavoro anzi, quelli sono stati i deturpatori, i ladri, soddisfatti solo dopo avere fatto man bassa su ogni ricchezza acquisita e dissolvendo anche la mia creatività e professionalità.

Il 2003, dicevo fu l’anno della rivincita. “Non sia mai che io muoia prima di aver portato a compimento il mio progetto musicale interrotto in quel lontano 1966”.

Fu così che, pur se con immenso sacrificio economico, riuscii ad acquistare una tastiera. Incominciai da zero e da solo a mettere le mani su uno strumento musicale. Cercai musicanti in paese, ma non trovai nessuno che avesse piacere di condividere interessi d’arte con me.

Correvano i mesi ed io continuavo ad esercitarmi con la tastiera e mese dopo mese incominciavo a mettere su canzoni; A fine dicembre, ne avevo composto almeno una ventina.

Infinitamente amore (è il titolo del CD prodotto) rappresenta ben due aspetti, di cui il primo è l’amore per la musica; Il secondo invece canta l’amore. Del resto, da un romantico cosa ci si può aspettare? Musica e parole, versi scritti, poesie, che si fondono per raccontare storie di vita, drammi, passione, sentimento.

Qui pubblico alcune canzoni presenti nel CD. Musica? Niente di eccezionale. In fondo non sono un professionista e gli arrangiamenti sono né più né meno che un susseguirsi di ritmo e accordi in una musica “essenziale” priva di orpelli e belletti. Forse queste canzoni possono valere per il testo, per le loro tematiche, niente di più. 

Il CD ” infinitamente amore ” contiene 12 canzoni. Qui ve ne presento qualcuna:

L’UOMO DI PAGLIA

C’è sempre l’altro, quello che guasta l’amore e che con altri mestieri incanta la donna,  Lei c’è cascata in pieno nelle braccia di quest’uomo fatto di niente, che promette amore che poi passa come il vento. 

IO TRA LE TUE BRACCIA

Una vita senza primavere non è facile da viversi, Il soggetto se la prende con la natura che non gli ha concesso molto. Un interrogativo lo assilla. Perché tutto questo male? Vorrebbe tornare indietro, tra le braccia di sua madre, per vedere se le cose possono cambiare. 

MA TU REGALAMI UN SORRISO

Un ritmo reggae per un testo che racconta storie forse banali mentre il tempo passa e corrode anche amori certi e duraturi. La vita però cambia e porta con sé solitudine e ricordi che vorrebbero farsi vita nonostante tutto. Ma tu regalami un sorriso… Forse che basti un sorriso? Ma sì, in fondo sì.

MUSICA

L’amore raccontato con le note di una musica celestiale, fatta di parole mai ascoltate, scritte con il cuore su un pezzo di carta sgualcito. Note che sembra vogliano far sognare amanti che insieme all’amore si nutrono di musica e poesia.

NON FARTI MALE

Siamo alle solite. Delusioni d’amori fanno sì che relazioni finiscano nel nulla. Si aprono nuovi amori. Qui è lei che si perde nelle spire del farabuttismo di un uomo capace di conquistare cuori. Un uomo che quei cuori li uccide. Chi resta solo però non perde la speranza di un miracolo che li faccia ricongiungere. Accadrà?

==============

Corre l’anno 2019. Proseguo ancora da solo il mio percorso musicale senza nulla di cambiato: La stessa tastiera, he mi accompagna nella composizione di sempre nuove canzoni. Ho prodotto un repertorio notevole, attraversando ritmiche diverse ed entrando in contesti differenti per tematiche, le quali spaziano da testi canzonatori ad altri impegnati sul senso della vita, del sociale, sino a sfociare nella contestazione e nella denuncia di un sistema politico ammazzasette, che mette in crisi intere generazioni ormai da molti decenni. Cosa che per coscienza non posso accettare.infinitamente amore

2591total visits,4visits today

3 Commenti

  1. Web Hosting

    Hello There. I found your blog using msn. This is a really well written article.

    I’ll make sure to bookmark it and return to read more of your useful information. Thanks for the
    post. I will certainly return. http://phpfox-env.kmpp7fqets.us-east-2.elasticbeanstalk.com/blog/8436/know-which-type-of-web-hosting-service-is-best-for-your-website/

  2. GiòNachira (Autore Post)

    UN bel commento, grazie. Peccato che sia stato scritto da un’agenzia di web hosting a scopo pubblicitario. Il che mi infastidisce in quanto questo è un blog dedicato agi amanti di teatro, musica, poesia e arti in generale. Domani eliminerò il commento.

  3. highland avenue Restaurant

    I love it when people get together and share views.
    Great blog, continue the good work!

Lascia un commento

shares